Erezione

 



Allungamento del pene: naturale al 100%!





LINKS UTILI

 

Erezione: altri metodi

Le terapie ormonali

È possibile, soprattutto negli uomini più anziani, che il problema abbia che fare con disturbi ormonali, come un basso livello di testosterone Questo però è piuttosto raro (molto meno del 5 per cento dei casi, secondo le stime più autorevoli). Stanley Koremann, capo della divisione .endocrinologia allo University of California MedicaI Center di Los Angeles, ha effettuato un'indagine sui suoi pazienti maschi con più di 50 anni e ha scoperto che circa il 30-40 per cento di loro aveva bassi livelli di testosterone "disponibile". Però, aggiunge, non è probabile che questa, l'unica causa della loro impotenza, quindi la terapia sostitutiva al testosterone non necessariamente la guarirebbe.

A volte però la cura. Si tratta di farsi fare delle iniezioni una volta al mese oppure di portare un cerotto che rilascia l'ormone in modo più continuativo delle iniezioni (e, naturalmente, senza dolore).

Di tanto in tanto gli uomini hanno qualche problema con un altro ormone chiamato prolattina, ma ci sono farmaci efficaci, la bromocriptina
(Parlodel) o la cabergolina (Dostinex).

La dichiarazione emessa dal NIH, comunque, avverte: "Per gli uomini che hanno livelli di testosterone normali, la terapia androgena è inappropriata e può comportare notevoli rischi per la salute, specialmente nel caso di un cancro alla prostata non riconosciuto. (Gli ormoni maschili stimolano la crescita del cancro alla prostata, per il quale le terapie si focalizzano principalmente sulla riduzione dei livelli di ormoni maschili).

Vacuum constriction device

Fondamentalmente, funziona in questo modo: infili il pene floscio dentro un cilindro di plastica che ha una fascia di gomma attorno all'estremità. Un breve tubo di plastica collega il cilindro a una leggerissima pompa aspirante. Tra il bordo del cilindro e la pelle viene applicata una guarnizione, per non far passare l'aria. Poi premi l'impugnatura della pompa, riducendo la pressione dell'aria dentro il cilindro e creando un'erezione, perché il sangue affluisce nel pene. Dopo qualche minuto fai scivolare giù la fascia di gomma posizionando la attorno alla base del pene per intrappolare il sangue che vi è affluito. Avrai così un'erezione che durerà circa mezz'ora (o fino a quando non toglierai la fascia di gomma).

I grossi vantaggi di un simile aggeggio: ci sono pochissime complicazioni, pochi effetti collaterali e nessun intervento chirurgico. È reversibile. La spesa si fa una volta per tutte, ed è piuttosto bassa.

Purtroppo si tratta di strumenti scomodi e innaturali. A volte ostacolano l'eiaculazione, creando disagio. Il pene eretto è un po' freddo, talora leggermente bluastro a causa del ristagno del sangue venoso. E la stabilità non è il massimo, avverte il dottor E. Douglas Whitehead, professore associato di urologia alla Scuola di Medicina Mount Sinai della City University of New York e condirettore dell'Association for Male Sexual Dysfunction, anch'essa a New York. Si indurisce soltanto la parte visibile del pene, corrispondente ai due terzi, quindi è un'erezione un po' vacillante, anche se in genere sufficiente per la penetrazione.

In uno studio condotto dagli urologi allo Health Science Center dell'Università del Texas, 216 uomini che avevano usato questo congegno hanno riempito dei questionari durante il terzo mese e poi durante il ventinovesimo mese. Il 70 per cento di essi ha detto di averlo usato regolarmente, circa 1'85 per cento ha affermato di esserne soddisfatto, così come le partner, e il 90 per cento di essere soddisfatto dalla durezza, la lunghezza e la circonferenza del pene in erezione. Inoltre il 79 per cento ha affermato che la frequenza del rapporto sessuale è notevolmente aumentata nel corso del primo anno.

C'erano però un paio di problemi. Il lO per cento delle partner diceva di essere disturbata dal pene freddo. Il 5 per cento degli uomini lamentava intorpidimento o lividi e il 12 per cento provava un po' di dolore. Comunque i ricercatori hanno concluso che, nonostante le sue limitazioni, il vacuum constriction device sembra essere una cura efficace e durevole per la disfunzione erettile. Attualmente viene più utilizzata come terapia riabilitativa dopo la chirurgia peniena e in Italia non ha avuto il successo propagandato negli Stati Uniti.

>