Eiaculazione

 



 



 





LINKS UTILI

 

Eiaculazione: l'eiaculazione e l'orgasmo

eiaculazione precoce

L'eiaculazione e l'orgasmo - Tutto sulla teoria del Big Bang

È il culmine del culmine, il momento che riviviamo nella mente, quel brano del libro che ci fa fare un orecchio alla pagina, la scena che fa vietare il film ai minori. È l'argomento di infiniti manuali sessuali e l'obiettivo di ricerche di laboratorio. È una reazione fisica che in qualche modo dà sollievo al dolore, rinforza il sistema immunitario e porta a ogni tipo di coinvolgimenti.

Eppure la maggior parte di noi non ne sfrutta il potenziale se non in minima parte.

Come molte cose che riguardano uomini e donne, i loro orgasmi sono insieme uguali e diversi. Negli anni Cinquanta e Sessanta, all'ex Masters e Johnson Institute di St Louis, William H. Masters e Virginia E. Johnson osservarono centinaia di uomini e donne raggiungere l'orgasmo, per un numero complessivo di oltre 10.000 reazioni orgasmiche. E rimasero colpiti dalle sorprendenti analogie. In entrambi i sessi l'orgasmo è il culmine di un lungo processo di eccitazione progressiva, della quale è lo sfogo esplosivo. Si veritìcano erezione dei capezzoli, arrossamento su ventre, torace e collo, aumento del battito cardiaco e della pressione sanguigna, sudorazione e ogni genere di contrazioni muscolari involontarie. (Guardati i piedi, la prossima volta che infrangi la barriera del suono e vedrai che le dita si arricciano all'improvviso, l'alluce all'infuori e le altre rovesciate all'indietro).

I nostri organi sessuali si riempiono di sangue a dismisura, alcune zone di essi diventano livide. Le contrazioni eiaculatorie del maschio avvengono a intervalli di 0,8 secondi; nelle donne le contrazioni dell'utero e dei muscoli del terzo più esterno della vagina a\'Vengono con la stessa, identica frequenza. Sempre in entrambi i sessi si verificano contrazioni involontarie, da due a quattro volte, a intervalli di 0,8 secondi, anche dei muscoli sfinteri dell'ano, quelli che teniamo chiusi per impedire l'emissione di gas.

Ecco che cosa succede dietro la porta chiusa.

La principale differenza tra i sessi è che un uomo si raffredda immediatamente. Gli uomini, o perlomeno la maggioranza di loro, attraversano un periodo refrattario che va da pochi minuti nei giovani focosi a un paio di giorni nei maschi più anziani. Durante questo intervallo, l'uomo è insensibile agli stimoli sessuali. Lei, invece, "mantiene in genere livelli più alti di suscettibilità stimolativa" come spiegano in termini molto clinici Masters e Johnson. La donna può continuare a sperimentare sensazioni orgasmiche in onde successive: fino a 134 in una prova di laboratorio, secondo quanto ha svelato una ricerca.

Anche gli uomini possono avere orgasmi multipli. Antiche tecniche taoiste e tantriche insegnano a protrarre l'atto amoroso per ore ed ore, con continui picchi di piacere orgasmico. L'allenamento per giungere a sperimentare un simile tipo di piacere non è roba per tutti. Si comincia cercando di aggirare il periodo refrattario: arrivi fino all'orgasmo ma tiri la leva del freno proprio nell'attimo in cui senti che stai per venire e non hai ancora cominciato a eiaculare. Naturalmente è necessario imparare a esercitare sufficente controllo sui muscoli pelvici che controllano lo stimolo di eiaculazione. Il programma Pene In Forma pone tra i suoi obbiettivi principali il raggiungimento degli orgasmi multipli maschili. Alcuni uomini lo fanno perché sono ossessionati dal risultato e sono disposti a tutto pur di trasformare anche il sesso in uno sport da competizione. Altri possono imparare questa tecnica per prolungare un pomeriggio di delizie, per far piacere alla propria partner o soltanto per sviluppare una devastante potenza sessuale e un controllo ottimale sui propri ritmi amatori. Puoi imparare queste incredibili tecniche nel programma PeneInForma

Allungamento del pene: naturale al 100%!


Da dove viene quella sensazione di "venire"

Negli uomini eiaculazione e orgasmo sono in realtà due fenomeni fisici separati; si possono avere l'uno o l'altro e non tutti e due insieme. Ma non lasciarti fuorviare dalla scienza; i nostri orgasmi davvero gratificanti prevedono la combinazione di entrambi. Masters e Johnson notarono che i pochi uomini che nel loro laboratorio manifestavano fenomeni multieiaculatori, riferivano che la prima volta era la migliore. E per tutti i 312 maschi da loro studiati, le sensazioni di piacere orgasmico erano tanto più intense quanto maggiore era il volume di liquido seminale espulso.

L'eiaculazione è un processo che avviene in 2 fasi. Nella prima fase gli organi riproduttivi interni (prostata, vescicole seminali, epididimo e dotto deferente) riversano i vari ingredienti che compongono il liquido seminaIe nell'uretra, che è il tubicino che arriva fino all'estremità del pene. Sempre in questa fase, uno sfintere posto tra la prostata e la vescica si chiude, così quando si passa alla fase 2, il liquido seminale non finisce nella vescica e l'urina non si mescola allo sperma. Tutte queste attività producono una sensazione di inevitabilità, la sensazione che il liquido stia letteralmente "venendo". Dura solo 2 o 3 secondi.

Poi comincia la fase 2, quando inizia a contrarsi tutta una serie di muscoli pelvici che non sospettavi nemmeno di avere. Le contrazioni avvengono in sincronia al ritmo rocchettaro di 0,8 secondi, costringendo il liquido seminale a sgorgare dal pene in quella serie di spruzzi cadenzati che tanto ci stanno a cuore. continua

>